Cacciari: "Draghi pensi a emergenza e poi a Quirinale" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
23
Sab, Ott

Cacciari: "Draghi pensi a emergenza e poi a Quirinale"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Draghi deve giocarsi la partita dell’emergenza da qui fino all’elezione a presidente della Repubblica". Massimo Cacciari 'detta l'agenda' del presidente del Consiglio Mario Draghi. "Spero riesca a fare una manovra per distribuire il peso della crisi tra tutti quanti, la pandemia ha aumentato le disuguaglianze. Mi auguro che nemmeno parlino di riforme.

Con una maggioranza di questo genere le riforme possono essere solo inenarrabili pasticci. Le riforme vanno fatte da maggioranze compatte, con strategia. Mi auguro che non vengano nemmeno affrontate le questioni relative alle riforme di sistema", ripete più volte a Otto e Mezzo. "Draghi deve giocarsi la partita dell’emergenza da qui fino all’elezione a presidente della Repubblica", afferma ancora. 

"E' fondamentale, e di questo non ho sentito Draghi parlarne, una politica fiscale di bilancio che riequilibri gli enormi sacrifici che alcuni di noi stanno facendo mentre altri non li stanno facendo ed altri ancora stanno guadagnando in questa crisi", dice ancora.