Nuovo Dpcm, Toti: "Chiusure fino a Pasqua non è cambio passo" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Mar, Lug

Nuovo Dpcm, Toti: "Chiusure fino a Pasqua non è cambio passo"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

"Io credo che si debba cambiare passo e dare un minimo di prospettiva al Paese. Parlare solamente di chiusure generalizzate fino a oltre Pasqua senza ragionare su tutto quello che le Regioni hanno messo in campo per modificare il sistema non mi sembra francamente un cambio di passo".

Lo afferma all'Adnkronos il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, commentando le ipotesi sulle nuove misure previste in un Dpcm per marzo in arrivo dal governo Draghi e la nuova possibile stretta che non si allenterà con ogni probabilità fino ad aprile. 

"Abbiamo ragionato di diversificare le zone di rischio - sottolinea Toti - ridurre le dimensioni delle zone anche a livello provinciale e comunale, parlato di nuove regole e nuovi protocolli di sicurezza per i locali. Insomma, credo ci sia molto da discutere. Se uscisse fuori che l'unica strategia del nuovo governo è quella di chiusure generalizzate come con il vecchio esecutivo francamente credo sarebbe una delusione per molte categorie".