Sardine, Cristallo: "Bonaccini irriconoscente, mai detto che è di destra" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Dom, Lug

Sardine, Cristallo: "Bonaccini irriconoscente, mai detto che è di destra"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

"Ieri ho sentito Bonaccini dalla Berlinguer, il suo attacco nei miei confronti, per il fatto che l'avrei definito 'di destra', pensavo fosse ormai fuori dal dibattito, visto che si tratta di un titolo sbagliato di un giornale che ho fatto subito modificare. Io non ho detto che è di destra, ho detto che è stato irriconoscente verso le Sardine e che sul tema delle autonomie non sono d'accordo". Così Jasmine Cristallo, portavoce delle Sardine all'AdnKronos.  

"Il riferimento alla destra, per cui sono finita sotto accusa - chiarisce la portavoce del movimento antagonista al sovranismo - era invece legato alla posizione che il governatore ha sull'autonomia differenziata, in linea con Zaia e Fontana, che per me, meridionale, è una sorta di secessionismo dei ricchi". 

"Quel titolo di giornale - sottolinea - su mia richiesta di rettifica, è diventato 'Bonaccini è stato irriconoscente', infatti di quello parlavo, visto il suo post su Facebook, dove ricordava la sua elezione in Emilia Romagna, in cui ringraziava tanti, ma non le sardine". 

"A quel post - spiega Cristallo all'AdnKronos - sono arrivati tanti commenti, e a chi gli diceva che doveva ringraziare le sardine e il movimento popolare che era nato in quei giorni, Bonaccini rispondeva di aver vinto "perché credibile, per quanto fatto nella legislatura precedente e non per i bla-bla-bla". 

"Ecco - dice ancora l'esponente catanzarese del movimento 'ittico' - questo non mi è piaciuto, perché non è mancare di rispetto a Santori, Cristallo, alle sardine, ma alle decine di migliaia di persone che hanno riempito le piazze, a chi ha presidiato la democrazia". 

"Io - replica a Bonaccini - non faccio pagelle, io argomento, e rispetto al Pd, all'arcipelago del Pd ho detto che non passa inosservato che qualcuno parlando di Renzi lo chiami 'Matteo', altri solo Renzi. Bonaccini è tra i primi". "Sono contenta che ha finalmente riconosciuto il ruolo delle sardine chiudendo solo a me, ma ben venga il dialogo", conclude Cristallo, riferendosi all'intervento di ieri sera del governatore dell'Emilia Romagna. (di Francesco Saita)