Pd, Letta: "Grato, ma ho bisogno di 48 ore per riflettere" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
30
Ven, Lug

Pd, Letta: "Grato, ma ho bisogno di 48 ore per riflettere"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Enrico Letta futuro segretario del Pd dopo le dimissioni di Nicola Zingaretti? "Sono grato per la quantità di messaggi di incoraggiamento che sto ricevendo. Ho il Pd nel cuore e queste sollecitazioni toccano le corde più profonde. Ma questa inattesa accelerazione mi prende davvero alla sprovvista; avrò bisogno di 48 ore per riflettere bene.

E poi decidere", replica su Twitter l'ex presidente del Consiglio, riservandosi così del tempo per una riflessione dopo il 'pressing' sempre più stringente sulla sua nomina al vertice del Partito democratico. 

Tanti gli attestati di stima fra i dem, tra i quali solo oggi figurano quelli di Goffredo Bettini - "E' una figura molto forte e competente. La stimo e la rispetto. Non avrei alcuna preclusione nel sostenerlo", ha spiegato al Corsera - e Valentina Cuppa, presidente del Pd che a Start, su Sky Tg24, ha detto: "Enrico Letta è una figura autorevole, ci sono stati anche altri nomi che sono emersi, le candidature si raccoglieranno domenica durante l’assemblea, quindi fino a quel momento si continuerà a ragionare e a capire dove il partito vuole andare. Ci saranno colloqui e interlocuzioni – ha aggiunto - vedremo nelle prossime ore, ma è l'assemblea il luogo deputato a decidere e a scegliere, quindi attendo domenica"