Renzi in Arabia, Casellati: "Nessun bavaglio a interrogazioni" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Mer, Ott

Renzi in Arabia, Casellati: "Nessun bavaglio a interrogazioni"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

"Nessun 'bavaglio' è stato mai messo in atto a danno di senatori da qualunque parte politica essi provengano". E' quanto fa sapere l’Ufficio stampa del presidente del Senato, Elisabetta Casellati, dopo le polemiche sulle interrogazioni presentate a palazzo Madama relative alle recenti iniziative di Matteo Renzi legate all'Arabia Saudita.  

"L’articolo 146 del Regolamento del Senato -ricorda l'ufficio stampa- stabilisce che le interrogazioni devono essere annunciate in Assemblea. L’interrogazione del senatore Ferrara è giunta alla valutazione del presidente Casellati dopo la chiusura dell’Aula martedì 16 marzo. La valutazione è stata richiesta al presidente dal segretario generale in ragione di dubbi riguardanti l’ammissibilità dell’atto. Quanto all’interrogazione del senatore Lannutti, ricevuta sempre per una valutazione di ammissibilità dal segretario Generale martedì 9 marzo alle ore 22, la stessa è stata prontamente restituita, come risulta dal resoconto stenografico, per l’annuncio in Aula il giorno successivo, senza che fosse intervenuta alcuna pressione. È evidente che i tempi e le date parlano chiaro, per cui le notizie apparse sulla stampa sono prive di fondamento".