Renzi: "Critiche per Arabia Saudita? Non hanno nulla a cui aggrapparsi" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Dom, Lug

Renzi: "Critiche per Arabia Saudita? Non hanno nulla a cui aggrapparsi"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Matteo Renzi torna sul viaggio in Arabia Saudita nella e-news di oggi. Per il leader di Italia Viva, infatti, "quando ti criticano sui viaggi all’estero, dall’Arabia Saudita al Senegal, significa che non hanno più nulla cui aggrapparsi. Io continuerò a parlare di politica estera e continuerò a viaggiare, ovviamente senza gravare di un solo centesimo sul contribuente italiano", scrive. 

"Ho fatto un intervento in Aula, il primo con il nuovo Presidente del Consiglio Draghi. Non ne trovate traccia sui social o sui media, sempre pronti invece ad attaccarmi sui viaggi all’estero o sulle conferenze internazionali. Se penso che il partito che mi critica di più su questo sono i Cinque Stelle, nelle persone di chi considerava Obama un golpista, proponeva di trattare con gli estremisti islamici dell’Isis, aveva opachi rapporti col Venezuela e visitava i Gilet Gialli, mi spunta un sorriso", aggiunge Renzi.