M5S, "se Conte dà garanzie noi fuoriusciti potremmo rientrare" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
26
Mar, Ott

M5S, "se Conte dà garanzie noi fuoriusciti potremmo rientrare"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

"Mi auguro che con Giuseppe Conte il Movimento si dia finalmente una linea coerente e condivisa. È stata grande la delusione di questo lungo periodo vissuto nel Movimento e mi sono convinto ancora una volta che senza competenza non si va da nessuna parte. Conte faccia tesoro degli errori fatti dai leader del Movimento e ricostruisca da basi di trasparenza e chiarezza utilizzando, questa volta davvero, le competenze e le capacità". Lo dice, interpellato dall'Adnkronos, il deputato del Misto Giorgio Trizzino, ex esponente del M5S, commentando le parole pronunciate da Conte durante l'assemblea 5 Stelle di ieri sera. 

A chi gli chiede se, con Conte leader, esistano margini per un rientro dei fuoriusciti nelle file pentastellate, Trizzino risponde: "Se c'è una vera rifondazione tutti noi fuoriusciti potremmo anche rivedere una decisione che ci è costata molto cara. Le 'competenze' e le 'capacità' a cui Conte fa riferimento sono parole che ho già sentito nel 2018 quando si preparavano le liste per la campagna elettorale. Non vorrei che questi termini venissero utilizzati solo come vernissage... O ci sono garanzie reali che questa sia la vera base di partenza, oppure è tutta fuffa. Dobbiamo avere garanzie che effettivamente si riparta da queste basi", chiosa il parlamentare siciliano.