Italia-Usa, a Washington bilaterale Di Maio-Blinken - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
03
Mar, Ago

Italia-Usa, a Washington bilaterale Di Maio-Blinken

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Luigi Di Maio ha incontrato al dipartimento di Stato a Washington il segretario di Stato Antony Blinken. "Per uscire da questa crisi economica, causata dalla pandemia per creare nuovi posti di lavoro, noi dobbiamo investire nel green e nelle nuove politiche che riguardano l'ambiente" ha detto, intervistato dal Tg1, Di Maio riferendo del colloquio avuto oggi a Washington a cui ha partecipato anche l'inviato di Joe Biden per il Clima, John Kerry. 

"Abbiamo parlato con Kerry della presidenza del G20 che ha l'Italia e della copresidenza della Cop26 perché è una leadership importante sui prossimi passi sul clima - ha aggiunto il ministro degli Esteri - ed a questo si è aggiunto un colloquio sul nuovo ministero della transizione ecologica che abbiamo in Italia che ci aiuterà a realizzare le politiche per aumentare i posti di lavoro". Di Maio è il primo ministro degli Esteri a incontrare Blinken in USA.  

Durante i suoi colloqui oggi a Washington, Luigi di Maio ha avuto "la chiara impressione che gli Stati Uniti saranno più impegnati in Libia". Rispondendo alle domande del Tg1, il ministro degli Esteri ha poi sottolineato che "stabilizzare la Libia per l'Italia significa fermare i flussi migratori, ridurre il rischio terrorismo ed aumentare le opportunità economiche per le nostre aziende". 

"E' un'altra opportunità di rafforzare la nostra collaborazione ed inviare un chiaro messaggio al mondo sui nostri valori comuni, sull'importanza della democrazia e sulle comuni sfide come i cambiamenti climatici" ha detto Di Maio, affermando anche l'importanza "della nostra alleanza economica e dell'alleanza tra l'Unione Europea e gli Stati Uniti". 

Riguardo al resto dell'agenda dei colloqui di oggi con Antony Blinken, il capo della diplomazia italiana ha sottolineato che questo incontro ha confermato i "rapporti storici a cui si aggiungono rapporti sempre più forti tra Italia e Stati Uniti per affrontare le sfide che a abbiamo sul tavolo i cambiamenti climatici, il Mediterraneo, in particolare la Libia, ma anche temi che preoccupano come l'Ucraina di cui vedremo nei prossimi giorni nuove opportunità di dialogo - ha concluso riferendosi alla prossima visita di Blinken a Bruxelles - tra i leader europei e gli Stati Uniti". 

"Luigi, sei il primo ministro straniero che ho l'onore e il piacere di ricevere, il primo ospite straniero di questa amministrazione e credo che la cosa non poteva essere più opportuna" ha detto il segretario di Stato Blinken, ringraziando e salutando con un 'fuori programma' il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, per la sua visita a Washington. A quanto si apprende, infatti, da protocollo era prevista solo una photo opportunity tra Blinken e Di Maio, prima dei colloqui oggi al dipartimento di Stato. Ma tra lo stupore dei presenti Blinken davanti ai fotografi e alle telecamere, ha deciso di fare breve discorso per ringraziare la presenza del ministro Di Maio in occasione del 160esimo anniversario delle relazioni diplomatiche. "Stiamo lavorando a così tanti livelli, gli Stati Uniti e l'Italia, per rafforzare le prospettive dei nostri due popoli su molte, molte questioni diverse", ha aggiunto Blinken nelle dichiarazioni rilasciate prima dell'incontro, secondo la trascrizione diffusa dal dipartimento di Stato. Questo incontro è molto "opportuno", aggiunge, "perché questo è il 160simo anniversario dell'avvio delle relazioni diplomatiche tra Stati Uniti e Italia".  

"Abbiamo una storia straordinaria e potente tra i nostri due Paesi, ma il ministro degli Esteri e io veramente siamo ansiosi di discutere come far avanzare la nostra partnership in modo che potranno far avanzare il benessere delle popolazioni in Italia, negli Stati Uniti e nel resto del mondo", ha detto ancora Blinken ringraziando "il mio amico" Di Maio per la sua visita a Washington. Anche il ministro italiano ha poi a sua volta ringraziato il capo della diplomazia americana per l’accoglienza ricevuta. 

In precedenza, Di Maio aveva avuto un incontro virtuale con Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergies and Infectious Diseases (Nih) e consigliere medico del presidente Joe Biden. Al centro del colloquio, la cooperazione bilaterale in ambito vaccinale e scientifico e le terapie anti-Covid.