Covid, Salvini: "Al lavoro perché l'estate sia da boom economico" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
16
Sab, Ott

Covid, Salvini: "Al lavoro perché l'estate sia da boom economico"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

"Stiamo lavorando perché l'estate sia un boom economico, questo facciamo al governo". Lo dice Matteo Salvini, ospite di Cartabianca, su Rai 3, rispondendo a una domanda sul contributo del suo partito all'esecutivo Draghi. "Troppo comodo stare fuori a commentare quello che non va. Fuori posso solo limitarmi a strillare", dice ancora. 

"Chiedo che la scienza valga sempre, se dice che diminuiscono i contagi e i ricoveri, come oggi, tornare a riaprire quello che era aperto un mese fa, è aperta Londra, ha aperto Stoccolma, ha aperto San Marino". "Oggi Franceschini - ricorda - ha scritto a Speranza per le riaperture dei cinema e teatri". "Mi auguro che da qui al 2 giugno tutta Italia sia riaperta", dice Salvini. 

"Ho parlato con Figliuolo, se lui garantisce io mi fido, di un generale degli Alpini mi fido" dice Salvini. "Certo - spiega - se ogni giorno c'è una sorpresa, allora..." aggiunge, facendo riferimento allo stop di Johnson & Johnson.