Open Arms, Salvini: "Spero in giudici senza pregiudizi politici" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
28
Gio, Ott

Open Arms, Salvini: "Spero in giudici senza pregiudizi politici"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Matteo Salvini rinviato a giudizio per il caso Open Arms. "Nei prossimi mesi - spiega commentando la decisione del gup di Palermo - penso che gli italiani potranno assistere a chi interpreta la giustizia alla Palamara, ovverosia 'Salvini ha ragione ma bisogna processarlo' e i tanti uomini di legge che sono davvero liberi e indipendenti. E conto di incontrare alcuni di questi sulla mia strada. Qualcuno che non abbia pregiudizi politici".  

"Sul banco degli imputati dovrebbe esserci qualcuno che gioca sulla pelle degli esseri umani. Se qualcuno gira non per sei giorni ma per 13 giorni per il Mediterraneo in attesa di raccogliere altri migranti, quando il porto italiano più vicino dista due giorni chi gioca sulla pelle di questi ragazza? Al processo emergeranno delle verità", continua, aggiungendo: "Mi spiace per i miei figli, perché dovrò spiegare a loro che il papà rischia la galera, ma non torno a casa preoccupato".  

"Se per avere difeso il mio paese dovrò venire più spesso a Palermo vorrà dire che verrò più spesso a Palermo, darò una mano ai palermitani a vivere in una città più a misura d'uomo. Oggi se non fosse zona rossa sarei andato volentieri al cimitero dei Rotoli dove ci sono accatastate centinaia di bare", ha detto ancora.