Coprifuoco, sottosegretario Interno: "Spostarlo alle 23 era conseguenza di buon senso" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Dom, Lug

Coprifuoco, sottosegretario Interno: "Spostarlo alle 23 era conseguenza di buon senso"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Riaperture con regole per zone gialle e zone arancioni e il coprifuoco alle 22 per contrastare la diffusione del coronavirus in Italia. “Riaprire alla sera e spostare il coprifuoco almeno alle 23 era inevitabile conseguenza di buon senso" dice all'Adnkronos il sottosegretario all'Interno Nicola Molteni, dopo le polemiche generate dall'orario del coprifuoco. "Per questo abbiamo chiesto cadesse un tabù ideologico non sostenuto da scienza e medicina". E "ora - ha aggiunto - confido nella tolleranza, nell'equilibro e nel buon senso da parte di chi effettuerà i controlli”.