Vaccino covid, almeno 4 aziende pronte a produrlo in Italia - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Mar, Set

Vaccino covid, almeno 4 aziende pronte a produrlo in Italia

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Sono al momento già almeno 4 le aziende pronte a produrre vaccini anti-Covid in Italia direttamente o conto terzi. E' quanto emerso dalla quarta riunione del tavolo sui vaccini, durata circa un'ora che si è svolta oggi al ministero dello Sviluppo economico. "Il tavolo - riferisce una nota del Mise - ha evidenziato un positivo avanzamento di contatti con le aziende disponibili e in grado di produrre in Italia i vaccini anti-Covid". 

"È stata espressa soddisfazione perché l’Italia partecipa così alla competizione a livello europeo per attrarre investimenti e conseguire al più presto, comunque entro l’anno, l’autosufficienza vaccinale anche per il futuro. A questo fine - prosegue la nota - sono necessari non solo gli incentivi economici, che già sono a disposizione, ma anche una semplificazione del quadro normativo e regolatorio dell’industria farmaceutica nel suo complesso". 

All’incontro, presieduto dal ministro Giancarlo Giorgetti, hanno partecipato per Farmindustria il presidente Massimo Scaccabarozzi e il direttore generale Enrica Giorgetti, mentre per Aifa il presidente Giorgio Palu'. Presenti anche Giovanni Tria, consulente economico per il dossier vaccini, e il Generale Antonio Battistini per la Struttura commissariale sull'emergenza Covid. 

Sui nomi delle aziende coinvolte nel progetto della produzione di vaccini anti-Covid, in Italia, il tavolo Mise "conferma il massimo riserbo", prosegue la nota, informando che "la riunione sarà aggiornata a breve".