Sport e Salute, primo anno di Cozzoli: 545 mln di euro erogati e 164mila collaboratori censiti - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
07
Ven, Mag

Sport e Salute, primo anno di Cozzoli: 545 mln di euro erogati e 164mila collaboratori censiti

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

"Year Book 2020" è il riassunto del lavoro di Sport e Salute S.p.A nel primo anno di mandato del presidente e amministratore delegato Vito Cozzoli. Il testo di 98 pagine si suddivide in 18 paragrafi che toccano tutte le tematiche sviluppate in questo complicato anno a causa della pandemia di coronavirus, con oltre 545 milioni di euro erogati e 164mila collaboratori sportivi censiti.

Tanti i progetti avviati da Legend, allo sport nei Parchi, ai tanti progetti per la scuola alo sport per tutti. "È trascorso un anno di lavoro dall’insediamento, il 2 marzo 2020, della nuova governance di Sport e Salute SpA ma purtroppo non c’è molto da festeggiare. È stato un anno di enormi sofferenze per il Paese e drammatico per lo sport costretto a chiusure, limitazioni, interruzioni a causa della pandemia. In questi dodici mesi Sport e Salute SpA, però, ha provato ad esserci lo stesso con tutte le sue forze", sono le parole di Cozzoli nell'introduzione.  

"Raccontiamo come attraverso questa pubblicazione. Ringrazio le donne e gli uomini della Società che si sono ritrovati da un giorno all’altro senza la “materia prima” del loro lavoro e con sacrificio si sono dedicati soprattutto a una nuova delicata funzione: il pagamento del bonus ai collaboratori sportivi. Nonostante il Covid, Sport e Salute SpA e il sistema sportivo italiano non si sono fermati. Con fatica, dedizione, impegno la rete associativa dello sport italiano, spina dorsale del Paese, ha fatto il possibile per restare vicina alle persone, aiutare i ragazzi, essere occasione di divertimento, benessere, salute e aggregazione per adulti ed anziani", ha sottolineato Cozzoli.  

Il Covid-19 ha accelerato il processo di tech-digitalizzazione ridefinendo le modalità di fruizione del mondo sportivo e dei suoi contenuti. La Società, con l’obiettivo di migliorare l’eco-sistema sportivo, ha lavorato allo sviluppo dell’App Mysportesalute. Un servizio gratuito ad alto contenuto tecnologico aperto a tutte le componenti del mondo dello sport: persone fisiche, associazioni, organismi sportivi, società sportive professionistiche.  

Grand eil lavoro svolto anche con le scuole. Sport e Salute, riconoscendo il fondamentale valore educativo dello sport e la sua importanza nella scuola soprattutto in questo momento complicato, ha attivato progetti di educazione motoria per le scuole di ogni ordine e grado, con un particolare focus sulla scuola primaria. Il progetto supporta la comunità educante scolastica e le famiglie attraverso contenuti ed attività utili sia in presenza, che per la didattica digitale integrata e per l’attività da realizzarsi a casa. Strumenti messi a disposizione di tutte le scuole primarie d’Italia: I Quaderni di Sport di Classe: un nuovo volume della Guida didattica per la scuola primaria; Video-tutorial che illustrano in pochi minuti come utilizzare al meglio il contenuto della pubblicazione; Webinar di formazione per approfondire i contenuti del progetto; supporto via mail da parte dei formatori e autori dei Quaderni per quesiti e chiarimenti. 

Sport di Classe è il progetto realizzato da Sport e Salute, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, per diffondere l’educazione fisica e l’attività̀ motoria nella scuola primaria. Il progetto coinvolge: alunni, insegnanti, dirigenti scolastici e famiglie. Il progetto scuole aperte allo sport ha coinvolto circa 500 scuole e 30 Federazioni Sportive. 

Inoltre attraverso i progetti nella Scuola Primaria è stata avviata una campagna di promozione della salute e del benessere orientata ai corretti stili di vita, finalizzata a favorire una crescita equilibrata e l’armonia psico-fisica dei bambini e a contrastare la sempre maggiore diffusione tra i giovani di patologie legate a cattive abitudini, come sedentarietà e scorretta alimentazione. Poi in collaborazione con il Miur, anche per l’anno 2020/21, è stato realizzato il progetto Studenti-Atleti, mirato a favorire la conciliazione di impegni scolastici e sportivi degli studenti-atleti nella scuola secondaria di secondo grado. 

Il Piano industriale della Società Sport e Salute ha anche una prospettiva internazionale, grazie alla realizzazione in collaborazione con CDP Venture Capital Sgr e Startupbootcamp del primo Acceleratore Italiano di Start up Sport Tech: il 1° Acceleratore italiano e uno dei più importanti d’Europa di Start-up & Innovation Hub sui temi dello sport e della salute. Lo sviluppo prevede uno scouting internazionale annuo su oltre 500 start up nei settori sport e salute e la successiva individuazione delle migliori 30 ed un’ulteriore selezione fino alle 10 più meritevoli.  

Grande risalto ha poi avuto il progetto Legend a cui hanno aderito 40 campioni del passato per promuovere, attraverso le loro storie, la loro passione, lo sport e il valore sociale dell’attività sportiva. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuti al Quirinale, gli atleti del progetto Legend e il presidente Cozzoli o scorso novembre. "E’ stato un onore. Il Capo dello Stato ci ha detto chiaramente quanto sia fondamentale, nella fase che stiamo vivendo, difendere due pilastri sociali: la scuola e lo sport. Ogni giorno ci impegniamo per essere all’altezza di questa responsabilità", ha spiegato il presidente e ad di Sport e Salute.  

Molto importante è stato il progetto 'Sport nei Parchi' con 1313 Comuni partecipanti e 1681 domande pervenute. La società Parco del Foro Italico è stata oggetto di un attento ed ampio piano di rilancio. L’intero Parco del Foro italico è stato proposto come palestra a cielo aperto. Camminata, running, discipline orientali, fitness, wellness e atletica sono organizzate da ASD/SSD quotidianamente e gratuitamente. Inoltre nella Grand Stand Arena c'è stato la'allestimento ed apertura al pubblico l’11 dicembre 2020 della palestra a cielo aperto, con possibilità di fruizione gratuita per associazioni e cittadini, accessibile a persone con disabilità, con oltre 8000 presenze e oltre 3000 ore di assistenza. E' stato svolto anche il censimento nazionale dell’impiantistica sportiva, fatto di 77mila impianti. 

Nell'ambito delle attività contro il covid nel mese di marzo 2020 Sport e Salute ha lanciato la campagna #Sportacasa con l’obiettivo di proporre a tutti attività di esercizio fisico per ribadire l’importanza di fare movimento invitando gli utenti a salvaguardare la propria salute e forma fisica anche rimanendo in casa. La campagna ah avito 8 milioni di visualizzazioni e 12 milioni di interazioni. Nel mese di giugno 2020 Sport e Salute ha lanciato la campagna “Lo Sport è di Casa con i Looney Tunes”, in collaborazione con Warner Bros. La campagna Warner Bros, ha avuto delle ottime performance sia su Facebook che su Instagram; il lancio e la scheda #5 sono i contenuti che hanno performato meglio su tutti i social; con 6 milioni di visualizzazioni, 100mila interazioni e 2 milioni di copertura totale. E' poi partita anche la campagna di comunicazione #distantimauniti con il dipartimento dello sport. 

Per quanto riguarda i finanziamenti allo sport la legge di bilancio dello Stato 2019 ha assegnato annualmente 280 milioni di euro a Sport e Salute perché provveda alla loro destinazione, secondo gli indirizzi dell’Autorità di Governo competente in materia di sport. La Società ha inoltre introdotto innovativi ed oggettivi criteri di allocazione dei contributi integrativi 2020 derivanti dalla Legge di assestamento del Bilancio dello Stato, al fine di supportare gli Organismi Sportivi e, in generale, l’intero sistema sportivo per la ripresa delle attività. C'è stato poi un ammontare complessivo dei 95 milioni di euro di contributi integrativi 2020. 

Sport e Salute ha consolidato e sta sviluppando importanti alleanze con Istituzioni, Associazioni, Imprese, Università, per rafforzare il fronte di sostegno e di promozione dello sport. Tra le partnership sottoscritte, alcune sono di importanza strategica: con l’Arma dei Carabinieri per la lotta al disagio sociale; con il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria per il miglioramento della qualità della vita di chi opera in carcere o vi è detenuto; con Elis, per sviluppare modelli integrati di formazionescuola-lavoro-educazione e sport per i giovani. Altri da citare: Fondazione Santa Lucia Irccs. Protocolli d’intesa-partnership: Arma dei Carabinieri; Sace; Cdp venture capital; Anci; Infratel; Cip; Fondazione Santa Lucia Irccs; Polizia Penitenziaria; Fita; Expo 2020 Dubai.