Napoli-Lazio 5-2, doppietta di Insigne: tutti i gol - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
10
Lun, Mag

Napoli-Lazio 5-2, doppietta di Insigne: tutti i gol

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Manita del Napoli che batte 5-2 la Lazio nella sfida Champions del 'Maradona' grazie a un super Insigne autore di una doppietta al 7' su rigore e al 53' e ai gol di Politano al 12', Mertens al 65' e Osimhen all'80', che permettono agli azzurri di restare pienamente in corsa per partecipare alla prossima edizione della più importante competizione europea per club. Si ferma invece dopo 5 vittorie la corsa dei biancocelesti ai quali non bastano le reti di Immobile al 70' e Milinkovic-Savic al 74' a partita compromessa. In classifica i partenopei restano quinti ma salgono a quota 63, a tre lunghezze dal Milan secondo e a due da Atalanta e Juventus, i capitolini sono sesti con 58 punti e una partita da recuperare.  

Inizio di partita convulso. Al 4' intervento nell'area del Napoli con Hysaj che con la mano tocca la spalla di Lazzari, sbilanciandolo e atterrandolo. Di Bello non concede il rigore e va al Var e decreta il tiro dagli undici metri in favore dei padroni di casa per un precedente colpo di Milinkovic-Savic sulla testa di Manolas. Prima della ripartenza biancoceleste, infatti, dopo un cross al centro il serbo è andato col piede a martello. Il replay sembra evidenziare il tocco sul pallone con la punta del piede ma, coi tacchetti, va a impattare sul volto di Manolas. Il greco va a terra e poi sulla ripartenza l'atterramento di Lazzari. Di Bello, una volta al Var, rivede solo il primo fallo in ordine temporale, quello nell'area della Lazio. Dagli 11 metri Insigne spiazza Reina e firma l'1-0.  

Al 12' arriva il raddoppio: dalla sinistra lancio di Insigne per Mertens che addomestica il pallone e lo cede a Politano in posizione defilata, l'esterno del Napoli rientra e calcia di sinistro, palla in rete ma Reina non è irreprensibile. La Lazio prova a rispondere ma è poco fortunata, Correa si libera al limite dell'area e calcia improvvisamente, palla sul palo. Dopo aver subito i due gol la Lazio prende decisamente in mano la partita e attacca con grande aggressività ma gli azzurri restano molto pericolosi ogni volta che ripartono, soprattutto grazie alla posizione di Zielinski che smista palloni sugli esterni, Politano e Insigne. 

Il Napoli parte forte in avvio di ripresa con Mertens che trova Zielinski che scarta Reina e mette dentro ma viene fermato per fuorigioco. Al 6' Meret chiude bene lo specchio della porta a Milinkovic-Savic che calcia da distanza ravvicinata su assist di Leiva. All'8' arriva il tris grazie a un capolavoro di Insigne. Il capitano azzurro riceve palla al limite dell'area, guadagna un paio di metri e poi con una parabola a giro beffa Reina sul secondo palo e firma il 3-0. 

Al 20' i ragazzi di Gattuso calano il poker. Zielinski si libera sulla destra e mette un pallone teso al limite dell'area che Mertens calcia di prima intenzione mettendo la palla all'incrocio dei pali. Cinque minuti dopo arriva il primo gol degli ospiti: Pereira verticalizza per Immobile, che controlla con l'esterno e incrocia sul palo lontano. 

Al 29' la Lazio accorcia ancora con Milinkovic-Savic a segno direttamente su calcio di punizione. Meret riesce a toccare il tiro del serbo ma entra in porta con la palla. Al 35' Osimhen, da poco entrato al posto di Mertes, chiude il festival del gol e manda i titoli di coda sul match. Ripartenza del Napoli, l'attaccante nigeriano riceve in area da Lozano e batte con potenza Reina che si lascia sorprendere sul primo palo.