CORIGLIANO ROSSANO (COSENZA), Duplice omicidio
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
14
Ven, Ago
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

CORIGLIANO ROSSANO (COSENZA), Duplice omicidio

CORIGLIANO ROSSANO (COSENZA), Duplice omicidio

Cosenza
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Vittime un sorvegliato speciale e un imprenditore

CORIGLIANO ROSSANO (COSENZA), Duplice omicidio
CORIGLIANO ROSSANO (COSENZA), Duplice omicidio

 

Duplice omicidio in Calabria. I cadaveri di due uomini, uccisi a colpi d'arma da fuoco, sono stati trovati stamani a Corigliano Rossano. Le vittime, secondo quanto si è appreso, sono un sorvegliato speciale, Pietro Greco, di 39 anni, di Castrovillari, ed un imprenditore, Francesco Romano, di 44 anni, che risulterebbe incensurato. Le vittime sono state trovate all'interno di un'auto in una zona di campagna della frazione Apollinara, nei pressi di un distributore di carburante.

Potrebbero essere stati uccisi a colpi di fucile Pietro Greco e Francesco Romano. E' quanto emergerebbe dai primi rilievi compiuti sui cadaveri. Secondo quanto si è appreso successivamente, anche Romano, imprenditore agricolo, era già noto alle forze dell'ordine ma per fatti meno gravi rispetto a Greco. Sul luogo del duplice omicidio sono al lavoro i tecnici dei carabinieri in cerca di elementi utili per le indagini e per ricostruire la dinamica di quanto accaduto. I cadaveri sono stati trovati da alcuni agricoltori che hanno subito avvertito i carabinieri.

Sarebbero stati crivellati a colpi di Kalashnikov e poi finiti con colpi sparati da una pistola calibro 9 Pietro Greco e Francesco Romano. Bossoli di entrambe le armi sono stati repertati sul posto. Dalle prime risultanze e dalle modalità, a dire degli investigatori, si tratta di un vero e proprio omicidio di mafia.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook