Coronavirus, Burioni: "Chiudere tutto? Richiesta Lombardia non è una cattiva idea" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Gio, Ott

Coronavirus, Burioni: "Chiudere tutto? Richiesta Lombardia non è una cattiva idea"

Coronavirus, Burioni: "Chiudere tutto? Richiesta Lombardia non è una cattiva idea"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Chiudere tutto, tranne i servizi essenziali, per ripartire il prima possibile? "Quella di Regione Lombardia non mi sembra una cattiva idea", dice all'Adnkronos Salute Roberto Burioni, ordinario di virologia e microbiologia dell'Università San Raffaele di Milano, intervenendo sull'emergenza coronavirus.

Coronavirus, Burioni:
Coronavirus, Burioni: "Chiudere tutto? Richiesta Lombardia non è una cattiva idea"

 

"Siamo chiari, il nuovo decreto di fatto dice la stessa cosa: stare a casa tranne che per andare a lavorare, fare la spesa, andare in farmacia. Se i cittadini rispettassero alla lettera queste indicazioni, non ci sarebbe bisogno di misure più stringenti. Ma se questo non accade, allora le cose cambiano". 

"E lo vedremo subito. La gente - insiste Burioni - deve capire che deve stare a casa, e deve farlo con le buone, o con le cattive. Questo virus - conclude l'esperto - non è un'influenza, credo che ormai si sia capito. Per fermare la sua corsa è essenziale limitare al massimo i contatti e rispettare in tutta Italia le indicazioni - conclude - che ormai sono note a tutti".

 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002