Coronavirus, congedo o bonus baby sitter: le misure per le famiglie - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
26
Dom, Set

Coronavirus, congedo o bonus baby sitter: le misure per le famiglie

Coronavirus, congedo o bonus baby sitter: le misure per le famiglie

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

''Abbiamo inserito all'interno del decreto un importante stanziamento per il sostegno ai lavoratori e alle famiglie italiane di circa 10 miliardi di euro''.

Coronavirus, congedo o bonus baby sitter: le misure per le famiglie
Coronavirus, congedo o bonus baby sitter: le misure per le famiglie

 

Lo afferma la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, nel corso della conferenza stampa che segue l'approvazione del decreto legge con le misure per affrontare l'emergenza coronavirus.  

Nel dettaglio, "per gli autonomi e liberi professionisti, nel decreto di marzo, abbiamo stanziato circa 3 miliardi a tutela del periodo di inattività che si sono apprestati ad affrontare''. ''Le tutele per gli autonomi e liberi professionisti'' sono valide per il mese di marzo e verranno rinnovate ''nel prossimo decreto'', aggiunge la ministra. Nel decreto c'è inoltre "un intervento su Alitalia". 

Poi, ''c'è una misura importante per le famiglie, il congedo parentale - spiega - che sarà un congedo speciale, di cui le famiglie potranno usufruire per 15 giorni che potrà prevedere, in alternativa, la possibilità di utilizzare un bonus baby sitter di 600 euro''. Lo stanziamento ''è di un miliardo e 200 milioni, con ulteriori risorse per tutto il personale del servizio sanitario nazionale, che avrà un bonus speciale per aiutarli in questo periodo di forte impegno''. Il decreto contiene anche ''interventi per la scuola, come materiale e dispositivi tecnologici per gli allievi che sono a casa". 

Inoltre, "allarghiamo la possibilità di usufruire dei permessi della legge 104" che saranno "nei mesi di marzo e aprile cumulativamente non più di 3 giorni ma 12 giorni con uno stanziamento di 500 milioni di euro''. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002