Coronavirus, "casi reali vanno moltiplicati per 10" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Mer, Ott

Coronavirus, "casi reali vanno moltiplicati per 10"

Coronavirus, "casi reali vanno moltiplicati per 10"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Abbiamo sottostimato i dati di effettiva diffusione del virus. I casi, come in tutte le epidemie, sono un sottoinsieme dei casi 'veri'.

Coronavirus,
Coronavirus, "casi reali vanno moltiplicati per 10"

 

Possiamo stimare che i casi reali vadano moltiplicati per 5 o per 10" per arrivare al totale. Sono le parole del virologo Fabrizio Pregliasco a L'Aria che tira su La7. 

"All'inizio dell'epidemia, l'adozione sistematica di analisi e tracciamento è stata fatta. Nella seconda fase è stata data la precedenza ai test su soggetti che andavano ricoverati. Ora" bisogna procedere "con un'azione che deve essere mirata in termini di uso del tampone, in modo selettivo magari per i medici più a rischio".

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002