Coronavirus, "isolatevi da vostri familiari": appello a medici famiglia - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
17
Dom, Ott

Coronavirus, "isolatevi da vostri familiari": appello a medici famiglia

Coronavirus, "isolatevi da vostri familiari": appello a medici famiglia

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Mettiamoci subito in quarantena dai nostri familiari". E' l'appello del vicepresidente nazionale dello Sindacato nazionale autonomo medici italiani (Snami) Domenico Salvago ai medici di medicina generale di tutta Italia.

Coronavirus,
Coronavirus, "isolatevi da vostri familiari": appello a medici famiglia

 

"L'isolamento sociale che indichiamo ai nostri pazienti di attuare in maniera severa deve valere anche per noi come isolamento familiare", spiega, "perché i dati dimostrano che il medico di medicina generale può essere contagiato anche perché scoperto delle dotazioni minime di protezione individuale, diventare a sua volta portatore senza sintomi e quindi 'untore' verso terzi".  

"Può purtroppo anche ammalarsi e morire - continua - come sta succedendo a tanti medici che hanno continuato a svolgere la loro missione. Ieri abbiamo ribadito come la grande maggioranza delle persone infettate da Covid-19, tra il 50 e il 75%, sia completamente asintomatica ma rappresenta una formidabile fonte di contagio. Questo vale anche per la nostra categoria, da qui la raccomandazione all’isolamento dai familiari. Chi ha la fortuna di avere una seconda casa o una dependance ci si trasferica subito, in alternativa si utilizzino camere e servizi separati e si stia comunque in maniera ferma lontano dai familiari. Non possiamo pagare il prezzo estremo che si possano ammalare i nostri cari perché contagiati da noi. Un piccolo sacrifico per ottenere il massimo dei risultati in un ribattezzato: lontano dagli occhi ma più vicino al cuore".

 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002