Coronavirus Lombardia, Gallera: "Tamponi stanno aumentando" - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
01
Mer, Dic

Coronavirus Lombardia, Gallera: "Tamponi stanno aumentando"

Coronavirus Lombardia, Gallera: "Tamponi stanno aumentando"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Stiamo creando altri posti per le degenze di sorveglianza del coronavirus, ad esempio ad Abbiategrasso, e cerchiamo di utilizzare al meglio ogni presidio".

Coronavirus Lombardia, Gallera:
Coronavirus Lombardia, Gallera: "Tamponi stanno aumentando"

 

Detto questo, "i tamponi in Lombardia stanno aumentando". Così l'assessore regionale Giulio Gallera, intervistato in diretta su Telelombardia.  

"Oggi in Regione Lombardia noi consideriamo pazienti Covid tutti quelli che hanno dall'influenza in su. Abbiamo iniziato a monitorarli e a prescindere dal tampone li mettiamo nelle degenze di sorveglianza". D'altra parte, "stiamo iniziando a tamponare tutti i medici di medicina generale e stiamo sorvegliando tutti gli operatori, medici e infermieri, delle strutture sanitarie, con la misurazione della febbre. Chi esce dalla quarantena ovviamente lo tamponiamo". In sostanza, "in maniera selettiva stiamo andando ad allargare il numero dei tamponi".  

Nell'intervista Gallera parla anche delle richieste e della polemica dei sette sindaci Pd contro la Regione Lombardia. "Non sono una bella immagine - dice - noi abbiamo dovuto affrontare una guerra". "In questo momento - sottolinea - le istituzioni devono lavorare insieme. Noi, al di là di alcuni momenti, abbiamo capito le difficoltà del Governo nazionale, non abbiamo voluto fare polemica, e i cittadini vogliono un messaggio compatto delle istituzioni e soluzioni ai problemi".  

I sindaci sono "in contatto costante e diretto con il presidente Fontana, ci sono tutte le settimane videoconferenze con loro. Li abbiamo incontrati la prima volta domenica 23 febbraio, per dire la tempestività del coinvolgimento". A fronte di questo, "vedere che scrivono cose strumentali e attacchi politici non dà una buona immagine, ma giudicheranno i cittadini".

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002