Coronavirus, studio pilota: con sangue dei guariti miglioramenti in 3 giorni - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Sab, Nov

Coronavirus, studio pilota: con sangue dei guariti miglioramenti in 3 giorni

Coronavirus, studio pilota: con sangue dei guariti miglioramenti in 3 giorni

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Uno studio pilota realizzato in Cina suggerisce la fattibilità della terapia a base di 'plasma convalescente', il cosiddetto sangue dei guariti, per il trattamento di pazienti con Covid-19.

Coronavirus, studio pilota: con sangue dei guariti miglioramenti in 3 giorni
Coronavirus, studio pilota: con sangue dei guariti miglioramenti in 3 giorni

 

Lo studio, pubblicato su 'Pnas' e condotto dai ricercatori della Shanghai Jiao Tong University School of Medicine, segnala dei miglioramenti in un piccolo gruppo di pazienti già dopo 3 giorni dalla somministrazione della terapia a base di plasma.  

Il team di Zhu Chen, Xinxin Zhang, Xiaoming Yang e colleghi ha esplorato la fattibilità di questo approccio su 10 pazienti con forme gravi di Covid-19, tra i 34 e 78 anni. I pazienti hanno ricevuto la trasfusione di una dose di 200 ml di plasma convalescente derivato da donatori guariti da poco da Covid-19 e contenente "alti livelli di anticorpi neutralizzanti". Entro 3 giorni dalla trasfusione i sintomi clinici, come febbre, tosse, respiro corto e dolore toracico "sono notevolmente migliorati e i pazienti hanno mostrato un aumento della conta dei linfociti, un miglioramento della funzionalità epatica e polmonare e una riduzione dell'infiammazione", fanno sapere i ricercatori. Inoltre i livelli di anticorpi neutralizzanti sono aumentati o rimasti elevati dopo la trasfusione.  

Ed entro 7 giorni dalla trasfusione, sono stati osservati vari gradi di riassorbimento delle lesioni polmonari grazie alle Tac toraciche. E ancora, dopo l'infusione di plasma convalescente "non sono state osservate gravi reazioni avverse". I risultati, sebbene preliminari, suggeriscono che la terapia a base di 'sangue dei guariti' potrebbe essere "un trattamento sicuro e promettente per pazienti con Covid-19 gravi". Secondo gli autori il lavoro evidenzia anche la necessità di ulteriori indagini in studi clinici controllati e randomizzati. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002