Fontana: "Piano da 3 miliardi per la Lombardia" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
16
Sab, Ott

Fontana: "Piano da 3 miliardi per la Lombardia"

Fontana: "Piano da 3 miliardi per la Lombardia"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Oggi pomeriggio poteremo in giunta una proposta di legge che è veramente rivoluzionaria.

Fontana:
Fontana: "Piano da 3 miliardi per la Lombardia"

 

Per dare un aiuto concreto alla nostra economia e alla ripresa che è fondamentale per il nostro territorio metteremo a disposizione tre miliardi di euro. Sono cifre vere che verranno utilizzate per un grande piano di investimenti". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, nel corso di una diretta su Facebook.  

"Ci saranno da subito 400 milioni che verranno messi a disposizione di Comuni e Province, perché possano immediatamente intervenire in opere pubbliche che daranno la possibilità al comparto di ripartire. Credo che sia una decisione importante che va nella direzione di fatti concreti", ha aggiunto.  

Il piano, spalmato sul triennio 2020-2022, finanzierà opere pubbliche in tutta la Regione, di cui 400 milioni per Comuni e Province per opere immediatamente cantierabili. Dalla Regione Lombardia si spiega che i fondi suddivisi per provincia per opere cantierabili entro il 31 ottobre sono 52,9 milioni di euro per Bergamo, 49,8 milioni per Brescia, 60,5 milioni per Milano, 25,3 milioni per Monza e Brianza, 34,1 milioni per Varese, 28 milioni per Pavia, 27,5 milioni per Como, 16,9 milioni per Cremona, 15,5 milioni per Lecco, 9,7 milioni per Lodi, 17 milioni per Mantova e 10,9 milioni per Sondrio.  

Nella proposta di legge che verrà discussa nel pomeriggio dalla giunta "c'è la proposta di mettere a disposizione i fondi per i nostri operatori sanitari. Vi avevamo detto che erano 80 milioni. C'è una piccola modifica: saranno 82 milioni". 

"L'abbiamo inserita in questo pdl, perché in attesa che il governo autorizzi ad effettuare questi versamenti, noi iniziamo a portarci avanti e ad approvare questo pdl, che ci consentirà di erogarli a prescindere dall'autorizzazione che dovesse arrivare da Roma", ha aggiunto.  

Il governatore ha quindi annunciato "una somma di 10 milioni di euro a favore di quelle aziende che intendano riconvertirsi per produrre quei dispositivi sanitari che tanto ci sono mancati in questi mesi crisi". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002