Coronavirus, il report: trend letalità in Lombardia in crescita - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Lun, Ott

Coronavirus, il report: trend letalità in Lombardia in crescita

Coronavirus, il report: trend letalità in Lombardia in crescita

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

L'analisi della letalità, numero dei decessi rispetto ai casi positivi, del Covid-19 in Italia "mostra una estrema variabilità e appare in linea con la diversa intensità del contagio: più elevata in Lombardia (in media pari al 3,84%) con un trend crescente.

Coronavirus, il report: trend letalità in Lombardia in crescita
Coronavirus, il report: trend letalità in Lombardia in crescita

 

Seguono Emilia Romagna (3,44%) e Marche (2,11%). Segue il Piemonte (1,49%), molto più bassa in Veneto (1,18%) e Lazio (0,76%). In Lombardia la massima letalità si registra nella fascia d'età oltre i 90 anni, mentre in tutte le altre Regioni la fascia più colpita è quella tra 80-89 anni". E' la fotografia scattata dalla quarta puntata dell’Instant Report Covid-19, una iniziativa dell’Alta Scuola di economia e management dei sistemi sanitari dell’Università Cattolica di Roma, grazie al confronto sistematico dell’andamento della diffusione del Sars-Cov-2 a livello nazionale, per la prima volta prendendo in considerazione 20 Regioni italiane. 

"I dati mostrano che la percentuale di casi attualmente positivi (107.709) sulla popolazione nazionale è pari allo 0,18% (era lo 0,13% al 31 marzo). Al 22 aprile la percentuale di casi (183.957) sulla popolazione italiana è lo 0,30%, in crescita rispetto allo 0,17% al 31 marzo", osserva il report. Il primato per incidenza dei positivi e di casi sulla popolazione "si registra in Valle d’Aosta (0,41% e 0,86% rispettivamente). Piemonte, Pa di Trento e Lombardia seguono con una incidenza di positivi ad oggi pari allo 0,34% e una incidenza di casi pari allo 0,68% in Lombardia e a Trento e dello 0,50% in Piemonte, segnale di un ritardo nella diffusione in questa regione rispetto alle altre - conclude il report -. Tutte le Regioni del sud si attestano su valori di incidenza dei positivi tra lo 0,04% del Molise e lo 0,07% della Puglia. Valori intermedi nelle Regioni del centro, in un chiaro gradiente nord-sud".  

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002