Vaia: "Serve obbligo mascherina se non c'è distanziamento" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Ven, Ott

Vaia: "Serve obbligo mascherina se non c'è distanziamento"

Vaia: "Serve obbligo mascherina se non c'è distanziamento"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Mascherina obbligatoria in tutte le situazioni, sia al chiuso che all'aperto, in cui siano presenti più persone e non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza 'anti-droplets' di almeno un metro e mezzo.

Vaia:
Vaia: "Serve obbligo mascherina se non c'è distanziamento"

 

Ad auspicare la misura è Francesco Vaia, direttore sanitario dell'Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, sentito dall'Adnkronos Salute.

"Ritengo più che giustificata - dichiara il medico - la preoccupazione" espressa sui numeri del contagio nel Lazio dall'assessore alla Sanità e Integrazione socio-sanitaria, Alessio D'Amato, "e ritengo opportuna da parte della Regione una decisione che preveda una raccomandazione forte all'utilizzo delle mascherine, considerando che mascherine e distanziamento si sono dimostrate misure valide ai fini della prevenzione del contagio" da Covid-19. Vaia invita ad agire secondo "due direttrici. La prima, lo abbiamo sempre detto, è la collaborazione dei cittadini che devono comportarsi bene" rispettando le misure prescritte contro il propagarsi dell'infezione. "La seconda è un'azione di sanità pubblica che in questo periodo si deve estrinsecare nell'andare a verificare e a chiudere i focolai, compresi quelli che si possono determinare dagli arrivi internazionali ed è ciò che sto andando a fare in questo momento", precisa l'esperto raggiunto telefonicamente mentre si trova in aeroporto.

"Terzo pilastro - aggiunge - sono i media che devono sempre aiutarci a diffondere, come hanno fatto finora, messaggi giusti e corretti". Sul fronte mascherine, in vista di un'ordinanza alla quale la Regione Lazio sta lavorando in queste ore, augurandosi una raccomandazione forte "intendo un atto di prescrizione - puntualizza Vaia - all'utilizzo obbligatorio quando siamo negli ambienti chiusi a una distanza inferiore a un metro e mezzo. E anche negli ambienti aperti, come si sa, se siamo più persone e a distanza inferiore a un metro e mezzo bisogna comunque utilizzarle", esorta il direttore sanitario dello Spallanzani considerando quindi "auspicabile un obbligo di mascherina anche all'aperto quando non c'è distanziamento".

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002