Focolaio in Basilicata, positivi 36 migranti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Gio, Set

Focolaio in Basilicata, positivi 36 migranti

Focolaio in Basilicata, positivi 36 migranti

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Sono in tutto 36 i migranti risultati positivi al Covid 19 in Basilicata, di cui 26 a Potenza e 10 nella provincia di Matera.

Focolaio in Basilicata, positivi 36 migranti
Focolaio in Basilicata, positivi 36 migranti

 

Lo comunica la task force regionale. Per quanto riguarda la città capoluogo, gli esami hanno riguardato un gruppo di 50 persone, tutti uomini, proveniente dal Bangladesh e arrivato in pullman a Potenza nella notte del 15 luglio. I migranti erano sbarcati a Lampedusa l'11 luglio dalla Libia e subito dopo trasferiti ad Agrigento, da dove sono partiti per il capoluogo lucano. Appena arrivati, sono stati accolti in due diverse strutture e, come assicurato dagli enti che hanno la responsabilità della gestione, sono stati messi in quarantena e poi presi in carico dall'unità speciale Covid di Potenza che ha eseguito i tamponi.

Su un gruppo di dieci migranti, ospitati in una prima struttura, i tamponi sono stati effettuati il 17 luglio e processati il 18. Sono risultati tre positivi. Sono stati sottoposti a tampone anche i 5 operatori, risultati negativi. Sull'altro gruppo di 40 migranti, ospitati in una seconda struttura, i tamponi sono stati eseguiti il 20 luglio e 23 ospiti sono risultati positivi al coronavirus. Il tampone è stato esteso agli 11 operatori, risultati tutti negativi.

I tre tamponi risultati positivi il 18 e processati dal Crob di Rionero sono stati confermati con gli esami di secondo livello presso il laboratorio di riferimento regionale dell'ospedale San Carlo di Potenza. Per quanto riguarda la provincia di Matera, sono stati effettuati tamponi su un gruppo di 12 migranti e di questi 10 sono risultati positivi. I migranti, originari tutti del Bangladesh e arrivati il 15, sono attualmente in isolamento in una struttura di accoglienza per stranieri a Irsina. Gli operatori della struttura e gli altri ospiti della stessa saranno sottoposti a tampone nella giornata di domani. Tutti i migranti risultati positivi erano asintomatici al momento dell'esecuzione dei tamponi.

Sindaco - "Rassicuriamo i cittadini riguardo alle persone risultate positive al tampone per il Covid-19, perché le stesse non hanno avuto contatti con altre persone, non sono uscite dal luogo nel quale sono ospitate, dalle informazioni che abbiamo non possono aver contagiato nessuno e risultano negativi anche i tamponi effettuati agli operatori della struttura potentina che li ospita": è il messaggio che il sindaco di Potenza, Mario Guarente, ha voluto lanciare alla comunità cittadina. "Non posso esimermi però -prosegue- dal fare una considerazione sulla politica scellerata del governo che, nonostante i mille sforzi dei potentini, dei lucani e degli italiani continua a mandare in giro sul territorio e, soprattutto nella nostra regione, persone provenienti da ‘zone rosse’ come il Bangladesh. La città di Potenza non è più disposta a far entrare una persona proveniente da zone ad alto rischio e, se sarà necessario, faremo delle barriere umane per opporci a eventuali decisioni del governo, qualora volesse imporcelo, come ha fatto finora". "Chiedo al ministro Lamorgese di allestire apposite strutture nelle zone di sbarco, anche perché i test effettuati al momento degli arrivi, secondo quanto disposto dal governo, dimostrano di essere completamente inattendibili per rilevare l’effettiva positività al virus", conclude Guarente.

Salvini - "La Basilicata non è più una regione 'Covid free': grazie a questo governo, ben 22 immigrati trasferiti nei centri di accoglienza sono risultati positivi. Italiani in quarantena per mesi, clandestini infetti liberi di sbarcare. Questo governo mette in pericolo l’Italia”, la reazione del leader della Lega Matteo Salvini.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.