Covid, De Luca: "Dati falsi al ristorante, siamo alla stupidità assoluta" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
27
Mer, Ott

Covid, De Luca: "Dati falsi al ristorante, siamo alla stupidità assoluta"

Covid, De Luca: "Dati falsi al ristorante, siamo alla stupidità assoluta"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Ieri abbiamo avuto 29 contagi: di questi, 6 contagi li abbiamo avuti a Vico Equense tra i camerieri di un ristorante dove erano andati alcuni ragazzi di Roma che erano venuti in ferie a Capri.

Covid, De Luca:
Covid, De Luca: "Dati falsi al ristorante, siamo alla stupidità assoluta"

 

Lì abbiamo verificato una cosa strana e incredibile: quando stanotte abbiamo cercato di individuare alcuni dei clienti che avevano frequentato quel ristorante, abbiamo scoperto che avevano dato dei dati falsi. Siamo veramente alla stupidità assoluta". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, intervenuto a un'iniziativa del movimento "Campania Libera - De Luca presidente" a Casoria (Napoli). 

"Se andiamo in un ristorante e chiediamo le generalità - ha sottolineato De Luca - questo ci serve perché, in caso di pericolo, l'autorità sanitaria può telefonarti a casa e dirti che sei andato a fare una cena in un momento in cui c'erano tre positivi". Sempre in riferimento ai 29 nuovi casi di coronavirus registrati in Campania, De Luca ha spiegato che "9 contagi sono legati a un nostro concittadino, tossicodipendente, andato in Serbia una settimana fa. E' tornato dalla Serbia, ha avuto la febbre, gli amici sono andati a trovarlo a casa, c'erano i familiari: una sola persona, 9 contagi". De Luca ha ribadito che "dobbiamo essere responsabili e seri, se facciamo un po' di sacrificio possiamo governare questa fase di pochi mesi che abbiamo davanti. Cerchiamo di convincerti che finché non abbiamo il vaccino dobbiamo convivere con il virus, e per convivere dobbiamo essere responsabili". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002