Marò, la moglie di Latorre: "Costretta a parlare per lui da 9 anni" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
26
Lun, Lug

Marò, la moglie di Latorre: "Costretta a parlare per lui da 9 anni"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

“Da nove anni sono costretta a parlare a nome di mio marito. A lui è stato fatto esplicito divieto di parlare pena pesanti sanzioni. Non può nemmeno partecipare a qualsiasi manifestazione pubblica. È vincolato al segreto. È ora di chiedersi perché le autorità militari vogliono mantenere il segreto su ciò che sa e vuole dire.

alternate text

 

Quello che so è che per la politica italiana siamo stati carne da macello. Presto Massimiliano si presenterà alla procura di Roma”. Lo dice all'Adnkronos Paola Moschetti, moglie di Massimiliano Latorre, uno dei due marò accusati di aver ucciso due pescatori al largo delle coste del Kerala a febbraio del 2012. Oggi la Corte suprema indiana ha chiuso tutti i procedimenti a loro carico. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002