Giletti e il futuro: "Rai casa mia, Cairo un grande" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Gio, Lug

Giletti e il futuro: "Rai casa mia, Cairo un grande"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Conosco tutti qui, ho vissuto 30 anni alla Rai, è casa mia". Massimo Giletti si presenta da ospite di Bianca Berlinguer nello studio di Cartabianca e risponde, tra l'altro, alle domande sul proprio futuro. Dopo 4 anni a La7 con Non è l'arena, è arrivato il momento di lasciare la tv di Urbano Cairo? "Quattro anni sono un

ciclo importante, non so cosa farò domani. Sono a fine contratto, ma non è questione di contratto. Ho bisogno di stare sereno e tranquillo, sono stati 2 anni molto duri per me. La Rai? Dico una cosa seria e serena, Cairo mi ha dato una libertà pazzesca in questi anni. Da me c’è una dialettica forte, devi avere un grande editore dietro. Non so se certe battaglie riesci a farle sempre e in ogni posto. La Rai sarebbe contenta? Non andrei di martedì…", dice facendo riferimento alla collocazione del programma di Berlinguer. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002