Ddl Zan, Fedez alla carica sui social - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
29
Gio, Lug

Ddl Zan, Fedez alla carica sui social

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Ddl Zan, Fedez alla carica sui social contro l'intervento del Vaticano che teme la violazione del Concordato con l'approvazione della legge contro l'omotransfobia. "Riassumendo: il Vaticano - scrive il rapper su Twitter - che ha un debito stimato di 5 miliardi di euro su tasse immobiliari mai pagate dal 2005 ad oggi per le strutture a fini COMMERCIALI dice all’Italia 'guarda che con il DDL Zan stai violando il #Concordato'", 'cinguetta l'artista aggiungendo l'emoji di un uomo con la mano sulla fronte. 

alternate text

 

"Avete letto l'ultima di oggi - chiede poi sulle stories Instagram -? Il Vaticano ha detto all'italia 'se approvate il ddl zan state violando il Concordato tra Vaticano e Italia'... Ma chi cazz... ha concordato il Concordato? E non avevamo concordato che ci davate le tasse sugli immobili? L'Europa - continua - ha stimato sui 5 miliardini, forse di più... in realtà non si sa perché avete perso il conto degli immobili. Dateci quei soldi che servono a mandare avanti il Paese - dice -, poi venite a rompere le palline sulle leggi italiane magari, no? E comunque piccolo spoiler, amici del Vaticano, siamo uno Stato laico, so che non siete abituati a sentirvelo dire, però in teoria lo siamo", conclude Fedez. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002