Roma, Raggi: "Città come la Ferrari, l'ho rimessa in pista" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
26
Dom, Set

Roma, Raggi: "Città come la Ferrari, l'ho rimessa in pista"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"La trasformazione è già in atto e continuerà con me ad andare avanti". Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi al primo confronto tra candidati sindaco della Capitale, promosso dall’Ordine degli Architetti di Roma e provincia alla Casa dell’Architettura. "Credo che Roma sia paragonabile a una Ferrari, che

quando sono arrivata era ferma, poi l'ho ricostruita, fatta camminare e ora dobbiamo farla correre", ha aggiunto. 

"Abbiamo davanti tre appuntamenti, i fondi del Recovery, il Giubileo 2025, Expo 3030. Tre impegni importanti in grado di cambiare l'aspetto della nostra città", ha evidenziato la sindaca, spiegando che "sull'urbanistica puntiamo sulla rigenerazione e sulla qualità, sulla sostenibilità".  

"Forse finalmente il parlamento lo ha capito, ha aperto un dibattito, speriamo Roma possa avere la semplificazione che merita e fondi ad hoc. Manca la semplificazione, l'ho detto ai diversi presidenti del consiglio e ministri, servono poche norme e rafforzare controlli. Tutto ciò non può essere disgiunto dalla semplificazione", ha detto Raggi, sottolineando che Roma non deve essere Capitale "solo sulla carta". "Roma, città della ripartenza post-Covid, può ambire al ruolo di guidare la ripartenza dell'Italia".  

 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002