Eitan rapito, zia paterna arrivata in Israele - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
28
Gio, Ott

Eitan rapito, zia paterna arrivata in Israele

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Aya, la zia paterna di Eitan Biran, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, è arrivata in Israele. Lo rende noto l'emittente israeliana N12. ''Una settimana dopo il rapimento, Aya, la zia di Eitan, è arrivata in Israele dall'Italia'', afferma l'emittente. 

Ieri il fratello di Aya ha incontrato Eitan a casa del

nonno materno, Shmuel Peleg, aveva riferito il sito dell'emittente N12, la quale ha ricordato che il giorno precedente c'era stata una terza telefonata tra Eitan e i Biran che vivono in Italia. "Questa mattina (ieri ndr) Hagai - l'altro zio - e sua moglie hanno visitato Eitan a casa di Shmuel. I due sono rimasti con Eitan in privato e hanno giocato con lui per poco più di un'ora", ha riferito in una nota la famiglia Peleg.  

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002