Elezioni Roma, Bonolis: "Non ho votato, cambiare sindaco è passo avanti" - il Centro Tirreno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
30
Mar, Nov

Elezioni Roma, Bonolis: "Non ho votato, cambiare sindaco è passo avanti"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Non ho votato. Sono contento perché abbiamo cambiato sindaco, è già un passo avanti". Paolo Bonolis è stato spettatore interessato nelle elezioni comunali di Roma, vinte dal nuovo sindaco Roberto Gualtieri. "Non ho votato. L'unico sindaco che ho votato è stato Veltroni nel 2001 e nel 2006.

alternate text

 

Non ho votato perché non conosco" Gualtieri e Enrico Michetti, candidato del centrodestra. "Entrambi hanno detto le stesse cose: 'Faremo di roma una città migliore’. Sono contento perché abbiamo cambiato sindaco, è già un passo avanti. Probabilmente i problemi erano troppo grandi per la signora Raggi. Se Gualtieri facesse bene, lo votereiì per il secondo mandato", dice Bonolis a Cartabianca, soffermandosi in generale sulla politica odierna. "Prima era tutto più comprensibile e più chiaro. Non riesco più a distinguere questa melassa, vedo interpreti politici troppo presi dal ruolo in questa commedia: vedo cambi di posizione, resto confuso e non riesco a percepire una verità. La politica prima cercava di convincere, ora parla alla pancia e non alla testa: è una gigantesca rissa", dice. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002