Agricoltura, Ismea: "Da Pac forti tagli sostegni alcuni settori, trovare nuove strategie"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Dom, Mag

Agricoltura, Ismea: "Da Pac forti tagli sostegni alcuni settori, trovare nuove strategie"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - "Dal 2023, gli agricoltori saranno certi solo del pagamento di base, pari al 48% del plafond, in precedenza era dell'85%. Diventa quindi fondamentale accedere agli eco-schemi, ma non tutti i settori lo potranno fare". E' quanto ha sottolineato Angelo Frascarelli, presidente Ismea, illustrando le scelte fatte dall'Italia in merito

ai pagamenti diretti per il periodo 2023-2027 nel Piano Strategico Nazionale per l'attiazione della Pac intervenendo all'evento "Nuova Pac e possibili impatti sull’agricoltura italiana: come i principali cambiamenti normativi si inseriscono nel quadro della struttura produttiva nazionale" organizzato da Nomisma, in collaborazione con Philip Morris Italia e con il contributo scientifico di Food Trend Foundation, in diretta streaming da Bologna.  

"I settori zootecnico, olivicolo, viticolo e frutticolo, tramite l'accesso agli eco-schemi e al sostegno accoppiato, riusciranno a mantenere i livelli di sostegno attuale. Invece, alcuni settori avranno una forte riduzione del sostegno, tra questi, cereali a paglia, mais, tabacco, pomodoro da industria, ortive". E per questi settori, ha rimarcato Frascarelli "si devono trovare nuove strategie". 

"La Pac comunque è vitale perché anche se è vero che impatta su diverse filiere - ha concluso - vuole rispondere a tante esigenze e di tante persone che sono quelle degli agricoltori, di chi ha attenzione all'ambiente, alla salute degli alimenti, all'attenzione degli eventi catastrofali, e quindi questa è la migliore garanzia che si mantenga vitale per i prossimi anni".  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002