Vaccino Covid, Salmaso: "Effetto non si giudica da numero morti tra vaccinati e no"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Mer, Mag

Vaccino Covid, Salmaso: "Effetto non si giudica da numero morti tra vaccinati e no"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - "Non si può giudicare l'effetto della vaccinazione solo andando a contare i deceduti tra i vaccinati e i non vaccinati, perché le due popolazioni non sono omogenee per condizioni con rischio di morte". A dirlo all'Adnkronos Salute Stefania Salmaso, epidemiologa dell’Associazione italiana di epidemiologia.

 

In questo senso è complesso spiegare l'età più elevata di decesso, in media, per le persone immunizzate, come rilevato dal Report dell'Istituto superiore di sanità di ieri evidenziando che se l'età media delle vittime di Covid in Italia è di 80 anni, tra i vaccinati con più patologie l'età della morte, a confronto, è maggiore. "Ci sono diverse situazioni. Ma bisogna ricordare che sono state vaccinate prima le persone a maggior rischio di decesso e i più anziani. E quindi le persone di età maggiore sono state anche più protette", ha detto Salmaso.  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002