Covid Italia, Bassetti: "Un ricovero su 10 per polmonite impegnativa"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
18
Gio, Ago

Covid Italia, Bassetti: "Un ricovero su 10 per polmonite impegnativa"

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - "Oggi su 10 persone che vengono ricoverate in ospedale, ben 8-9 non hanno nessun sintomo compatibile con l'infezione da Sars-CoV-2". Così all'Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive al Policlinico San Martino di Genova, mentre l'Italia registra un aumento di contagi covid, spinti

anche dalla variante Omicron 5, e un incremento di ricoveri. "L'80-90% dei ricoveri è per positività, ma sono asintomatici o paucisintomatici. Quindi, i pazienti ad oggi che entrano con polmonite interstiziale o bilaterale, con un quadro impegnativo, sono meno del 10-15%", dice Bassetti. 

"Io parlo ovviamente delle situazione che affronto in una Regione, la Liguria, e in una città, Genova, con molti anziani e dove dovremmo quindi vederne più di altri. Le reinfezioni ci sono ma stiamo parlando di quadri clinici blandi, persone che si sono contagiate a marzo e oggi hanno un mal di gola o un po' di febbre", dice.  

"Il fatto che oggi ci sia il triplo o il quadruplo di positivi, non capisco cosa possa cambiare - rimarca Bassetti - non li abbiamo solo in Italia, c'è un'ondata anche in tutti gli altri Paesi europei. Quindi, o si affronta in maniera coerente con il resto dell'Europa, o se l'affrontiamo in maniera cervellotica come stiamo facendo, non facciamo altro che male".  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.