Il premio 'Books for Peace' al Parco Archeologico di Pompei
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Gio, Lug

Il premio 'Books for Peace' al Parco Archeologico di Pompei

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Al Parco Archeologico di Pompei il premio internazionale 'Books for Peace'. A conferire il riconoscimento a Gabriel Zuchtriegel, direttore del Parco Archeologico, sarà Antonio Imeneo, presidente del 'Books for Peace', il 31 maggio, alle 9.30, presso la Sala Consiliare del Comune di Pompei. Nella stessa giornata

verrà assegnato il Premio per la Città di Pompei al sindaco Luigi Lo Sapio. 

"Questa doppia cerimonia, realizzata grazie al sostegno di Massimo Di Casola e Maddalena Izzo, fondatrice del Gruppo Mammamì - dice il presidente Imeneo - è testimonianza di una continuità ideale e reale tra le due Città che fondano radici e futuro l’una nell'altra, e costituiscono un patrimonio culturale ancora ricco di storia da raccontare. Tutto ciò - aggiunge - è stato possibile grazie all’eccellente lavoro del Direttore del Parco Archeologico Zuchtriegel unitamente allo staff del Parco".  

Il Premio è ormai un riconoscimento consolidato a livello internazionale, presente in 5 Continenti e 61 paesi, un premio rivolto ai temi della Pace a tutto tondo, non solo tra i popoli, ma dei popoli: come la violenza di genere, il bullismo, le discriminazioni razziali e religiose, l’integrazione sociale e culturale. Tra i premiati nelle precedenti edizioni: il Premio Nobel per la Pace Denise Mukwege, la vicepresidente del Parlamento Europeo Pina Picerno, la figlia di Nelson Mandela Maki Mandela-Amuah, la soprano Katia Ricciarelli, Paolo Bonolis, Fioretta Mari, Davide Desario, Domenico Iannacone, Franco Di Mare, la scrittrice poetessa ucraina di fama mondiale Oksana Stefanivna Zabužko, e in giugno sarà premiato per la Cultura l’Ambasciatore Rappresentante Permanente d’Italia presso l’Osce a Vienna Stefano Baldi.  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.