Poste: grandi palazzi postali patrimonio artistico nazionale - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
16
Gio, Set

Poste: grandi palazzi postali patrimonio artistico nazionale

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

poste

 

In collaborazione con Postenews

Sono 173 i palazzi di pregio storico e artistico di cui Poste Italiane è proprietaria. 63 di questi edifici sono sotto vincolo delle Soprintendenze e 91, spiega Poste, custodiscono pregevoli opere d’arte (circa 300 tra mosaici, sculture, dipinti, vetrate e complementi di arredo). Un patrimonio gestito dalla funzione immobiliare dell’azienda con “l’obiettivo censire, valorizzare, tutelare e conservare i propri beni storici tra edifici, opere d’arte e arredi”.

Tra le opere d’arte più significative si annoverano due grandi tele di Mario Sironi per il palazzo delle poste di Bergamo; cinque tele murali che Benedetta Cappa Marinetti, moglie del fondatore del Futurismo, realizzò per il palazzo delle poste di Palermo, esposte nel corso della mostra “Futurismo italiano, 1909-1944. Ricostruire l’Universo”, organizzata al Museo Guggenheim di New York nel 2014. Si aggiungono poi importanti opere musive tra cui i due mosaici di Gino Severini dedicati alla storia delle comunicazioni nel palazzo delle poste di Alessandria, due di Prampolini e due di Fillia (nome d’arte di Luigi Colombo) per il palazzo delle poste di La Spezia.

Per maggiori approfondimenti https://www.postenews.it/2020/11/28/al-palazzo-di-palermo-il-mondo-in-fila-per-ammirare-lo-scrigno-dei-nostri-tesori/