Napoleone: da Dolce & Gabbana a Galliano, l'Impero che ispirò la Moda - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
17
Gio, Giu

Napoleone: da Dolce & Gabbana a Galliano, l'Impero che ispirò la Moda

Arte e Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Non era esigente Napoleone, nessun radicalismo, nessuna civetteria nel vestire. Gusti e costumi spartani, un uomo parsimonioso. Una veste da camera e pantofole a casa, in battaglia e nelle occasioni ufficiali solo e unicamente la divisa di colonnello dei granatieri della guardia o quella dei cacciatori della guardia. Per il rigido inverno solo un

pastrano grigio, caldissimo. Strano destino quello di Napoleone. Il suo Impero fu amato dalla moda. Uno stile, soprattutto quello femminile, che rompeva i canoni dell'ancien regime.