L'impatto ambientale dei siti web aziendali
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Dom, Apr

L'impatto ambientale dei siti web aziendali

Economia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - La digitalizzazione abbraccia praticamente ogni aspetto delle nostre vite private e professionali. Così molte aziende stanno accelerando la transizione digitale del proprio business specie attraverso le enormi potenzialità offerte dal web e dai servizi digitali. Ma anche i siti web aziendali hanno un impatto

ambientale tutt'altro che trascurabile e che molto spesso non viene preso in considerazione nei bilanci di sostenibilità e quindi nella rendicontazione ESG. Secondo le stime del Global Carbon Project, se il web fosse una nazione sarebbe la terza al mondo per consumo complessivo di energia e la quarta per inquinamento dopo Cina, USA e India. Per fare un paragone tra settori diversi, il web e il digitale producono circa il doppio delle emissioni dell'intero trasporto aereo. A influire sull'impatto ambientale di un sito web è anche il modo in cui è progettato in quanto influisce sulle dimensioni del trasferimento dati e quindi, in ultima analisi, sul consumo energetico delle infrastrutture di rete. Per tale motivo si stanno facendo strada progetti e soluzioni per cercare di ridurre l'impatto ambientale dei siti web aziendali. 

Oggi le nuove tecnologie, specie Intelligenza Artificiale e Blockchain, possono svolgere un ruolo fondamentale nel misurare l'impatto ambientale di un sito web al fine di ridurre le emissioni di CO2 e migliorare le sue performance ESG. Proprio sfruttando il potenziale di queste due tecnologie è nata Green Web Meter, piattaforma lanciata dalla società Zero Carbon Audit, nonché brand verticale italiano che offre consulenza ad aziende e professionisti in tema di miglioramento di performance ESG. Green Web Meter permette alle aziende di valutare e certificare l'impatto ambientale dei propri siti web grazie all'utilizzo di algoritmi avanzati che analizzano approfonditamente ogni aspetto e funzione di una pagina web, dall'hosting ai contenuti multimediali, mettendo a punto una stima precisa delle emissioni di CO2 prodotte. Oltre a ciò, la piattaforma ha sviluppato un badge di conformità ESG rilasciato in forma di NFT (non fungible token) tracciato su Blockchain Arbitrum che assicura un riconoscimento di ecocompatibilità tracciabile e incorruttibile. Un elemento, questo, che garantisce maggiore trasparenza e verificabilità alle azioni di sostenibilità di un'azienda. 

“Tra applicazioni online, servizi Saas (Software as a service) ed e-commerce, gli asset digitali sono oggi fondamentali nelle attività delle aziende e dovrebbero quindi essere considerati nelle analisi di materialità delle stesse. Green Web Meter fornisce alle aziende gli strumenti necessari per misurare e ridurre l'impatto ambientale e per verificare la sostenibilità in termini ESG dei siti web e degli asset digitali”, ha dichiarato Mariagrazia Abruzzese, autrice della piattaforma. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.