Mediolanum, Doris: "Ci aspettiamo 2021 positivo, puntiamo a 5 mld raccolta netta gestita" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
01
Dom, Ago

Mediolanum, Doris: "Ci aspettiamo 2021 positivo, puntiamo a 5 mld raccolta netta gestita"

Mediolanum, Doris: "Ci aspettiamo 2021 positivo, puntiamo a 5 mld raccolta netta gestita"

Economia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Ci aspettiamo un 2021 buono e puntiamo a migliorare la raccolta netta gestita. L'anno scorso è stata di 4 miliardi e cento, quest’anno puntiamo ai 5 miliardi". Lo ha detto l'amministratore delegato di Banca Mediolanum, Massimo Doris, commentando con la stampa i risultati del 2020. "Per l'incidenza delle performance fees nel conto economico ci sono due considerazioni da fare - ha aggiunto -.

Ci aspettiamo un'incidenza decisamente inferiore rispetto alla situazione precedente delle commissioni di performance nel conto economico ma questa incidenza inferiore verrà anche con una maggiore volatilità rispetto al passato. Il 2019 è stato un anno eccezionale, il 2020 è stato un anno molto buono, non pazzesco, ma ci può essere anche l'anno in cui si va vicino allo zero. Certo è che nel tempo ci aspettiamo un'incidenza delle commissioni non molto importante". Doris si è detto quindi "assolutamente non preoccupato per il prosieguo del business della banca". 

Quanto allo smart working, Doris ha parlato della possibilità di lavorare "un paio di giorni da casa" e di mettere in atto "quello che è davvero uno smart working perché finora - ha fatto notare - è stato un remote working forzato". Quindi ha aggiunto: "Ci stiamo preparando per iniziare una nuova fase". Quanto al reclutamento per il 2021, "abbiamo intenzione di tornare a crescere come numero totale di persone del family banker nel corso del 2021 - ha rimarcato - anche se non con grandi numeri perché continueremo ad essere molto attenti alla qualità".  

Infine Doris ha ricordato il nuovo progetto 'Next', ossia l'inserimento di neo-laureati, che andranno a lavorare per family banker senior. "E' un bellissimo progetto perché permetterà a giovani di entrare nel mondo della consulenza finanziaria senza il problema di non aver alcuna base clienti" ha concluso.