Progetto delle aziende idriche di Como, Lecco e Monza per migliorare gestione servizio - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
31
Sab, Lug

Progetto delle aziende idriche di Como, Lecco e Monza per migliorare gestione servizio

Progetto delle aziende idriche di Como, Lecco e Monza per migliorare gestione servizio

Economia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Si è concretizzato tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021 il progetto di collaborazione tra BrianzAcque, Como Acqua e Lario Reti Holding, i gestori del Servizio Idrico Integrato nelle rispettive Province di Monza e Brianza, Como e Lecco. L’obiettivo è quello di avviare una collaborazione volta alla ricerca di sinergie istituzionali e industriali rispetto a particolari tematiche.

“Con questo progetto vogliamo mettere a terra economie di scala tra società analoghe e territorialmente contigue – spiega Lelio Cavallier, Presidente di Lario Reti Holding – Il risultato di questo efficientamento sarà una maggior disponibilità di risorse da destinare ai necessari investimenti su reti, impianti e servizi.” Tra Lario Reti Holding e BrianzAcque sono già attive fin dal 2019 diverse collaborazioni relative all’acquisto di beni e servizi comuni; alla formazione manageriale e alla negoziazione con le organizzazioni sindacali; allo studio di possibili interconnessioni impiantistiche e di rete con finalità di ottimizzazione del servizio; alla collaborazione tra laboratori ed al controllo degli scarichi industriali.  

“Sono certo che da questo accordo nascerà una collaborazione molto fruttuosa e pragmatica – specifica Enrico Boerci, Presidente di BrianzAcque – Questo consentirà alle nostre società di coniugare un’importante esperienza con l’economia di gestione di diversi servizi a favore dei rispettivi territori.” La collaborazione già esistente tra Monza e Lecco è stata estesa a Como Acqua per tutti i tavoli già esistenti e sono stati aperti anche altri fronti, tra i quali spicca quello dedicato alla gestione delle problematiche derivanti dallo smaltimento dei fanghi da depurazione.  

“Abbiamo aderito con molto piacere alla proposta avanzata dai nostri colleghi – dichiara Enrico Pezzoli, Presidente di Como Acqua – È desiderio di tutti cooperare per realizzare sinergie che possano consentirci di ottimizzare le gestioni e rendere le nostre aziende sempre più efficienti nell’erogazione del servizio ai territori.” Nel prossimo periodo prenderanno il via i gruppi di lavoro che dovranno analizzare e approfondire le due nuove possibilità di collaborazione, nonché l’estensione a Como di quelle già esistenti.