De Castro: "No Nutriscore, libera scelta consumatore con informazione corretta" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
03
Mar, Ago

De Castro: "No Nutriscore, libera scelta consumatore con informazione corretta"

Economia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Tema cruciale in Europa nella strategia Farm to Fork è quello di come vada informato il consumatore nella scelta degli alimenti: "Va aiutato a scegliere o va condizionato perché non è in grado di fare una scelta da solo? La filosofia di fondo è che noi siamo per la cultura alimentare della dieta mediterranea e vogliamo che la distintività dei prodotti legati al territorio esprima caratteristiche che il consumatore poi sceglie autonomamente".

alternate text

 

E' quanto ha affermato Paolo De Castro, membro della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo, intervenendo al workshop "Le filiere integrate per il rilancio del Paese" che si inserisce nell’ambito dell’iniziativa "Filiere integrate" che The European House – Ambrosetti ha lanciato con il supporto di Philip Morris Italia, al quale hanno partecipato tra gli altri, il sottosegretario alle Politiche agricole Gian Marco Centinaio e la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei.  

"Noi riteniamo che il consumatore deve essere informato e poi farà le sue scelte ecco perché la battaglia storica sulla etichettatura di origine - ha detto - è arrivata finalmente a un punto di svolta nella strategia Farm to Fork c'è anche questo importante passo avanti: di indicare con chiarezza l'origine dei prodotti alimentari". Dunque per De Castro l'elemento distintivo e la trasparenza devono essere alla base delle scelte del consumatore. Lo ha rimarcato ribadendo la "battaglia" italiana al Nutriscore, l'etichetta a semaforo, "che esclude dalla scelta e condiziona il comportamento del consumatore con i colori". E' "un tema enorme che riguarda la sicurezza alimentare che sarà discusso al vertice di settembre a New York delle Nazioni Unite", ha concluso De Castro.