Industria, Todde: "Scendono da 97 a 89 tavoli crisi, risultato sotto occhi di tutti" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Dom, Lug

Industria, Todde: "Scendono da 97 a 89 tavoli crisi, risultato sotto occhi di tutti"

Economia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

"Il numero dei tavoli di crisi diminuisce ancora, passando da 97 a 89, di cui 55 vertenze aperte e 34 di monitoraggio. Il lavoro fatto è sotto gli occhi di tutti, ora nuovo impegno per chiuderne altri". Così il viceministro allo Sviluppo economico, Alessandra Todde, fa il punto sulle vertenze industriali aperte e gestite dal Mise. A chiudere, spiega conversando con l'Adnkronos, alcune crisi industriali che erano state aperte in Friuli-Venezia Giulia, Lombardia e Lazio. 

alternate text

 

"In Friuli-Venezia Giulia - sottolinea - chiudiamo i tavoli triestini Sertubi e Wartsila, entrambi resteranno sotto monitoraggio regionale. Nel Lazio sono ormai chiusi i tavoli Dico/Tuodì, il concordato si è concluso nel 2020, Ericsson e Pavimental: le prime due hanno risolto i rispettivi problemi economico finanziari mentre Securpol ha visto di recente concludersi il suo percorso in amministrazione straordinaria. In Lombardia, invece, chiudiamo i tavoli Gca (Iperdì Superdì), vista la conclusione del concordato che prevedeva la ristrutturazione del debito; Husqvarna, chiuso dopo la gestione degli esuberi e Sgt, vertenza conclusa con Cigs per cessazione e con accompagnamento attraverso politiche attive", elenca ringraziando le Regioni per il lavoro svolto sinergicamente. 

E assicura: "proseguiremo il lavoro di verifica e di monitoraggio con le strutture delle altre Regioni continuando a dialogare con tutte le parti coinvolte per raggiungere la risoluzione delle altre vertenze". 

PATUANELLI - "Grazie al lavoro di Alessandra Todde al ministero dello Sviluppo Economico, i tavoli di crisi sono passati da 150 a 89 - afferma il ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli -. Abbiamo svolto interminabili riunioni e in poco più di un anno di lavoro fianco a fianco ho potuto apprezzarne la professionalità, la determinazione e la competenza. Alessandra è una risorsa fondamentale e sarà centrale per il MoVimento 5 Stelle di Giuseppe Conte".