Tocchini (Wolters Kluver): 'Essere partner Financial Forum essenziale per nostra strategia innovazione'
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
20
Sab, Ago

Tocchini (Wolters Kluver): 'Essere partner Financial Forum essenziale per nostra strategia innovazione'

Economia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - "Essere partner del Financial Forum è un elemento essenziale della nostra strategia di innovazione e di cultura che è nei nostri prodotti a supporto dell'ufficio del Cfo". Lo ha dichiarato Fabrizio Tocchini, Global Head of Innovation Wolters Kluwer - CCH Tagetik, in occasione del Financial Forum 2022 che si è

svolto a Roma. "Ovviamente non possiamo essere un laboratorio privato che formula le sue idee - ha precisato Tocchini - dobbiamo raccogliere le necessità, i trend e i nuovi challenge a cui sono esposti i nostri clienti e i professionisti che intendiamo servire. Quindi il forum per noi è uno degli elementi essenziali per la nostra strategia di innovazione e per rimanere sempre collegati a quello che serve veramente alle persone a cui offriamo in servizio. Se dovessi descrivere il Financial Forum con un hashtag userei: massa critica". 

Tocchini ha poi spiegato come si è sviluppata la figura del Cfo negli ultimi anni: "Fino a poco tempo fa quello che ci veniva richiesto come soluzioni finanziarie era un focus e un'attenzione molto importante su tutti quelli che erano gli aspetti organizzativi legati alla digitalizzazione di azienda. L’ufficio del Cfo in particolare ha voluto strutturare e digitalizzare la gestione di processi come il consolidamento civilistico e gestionale, il budget in planning and forecasting, la profitability analysis, la reportistica tipo management. Ovviamente questo continua ad essere un aspetto molto importante della vita aziendale: il poter automatizzare e digitalizzare il più possibile alcuni processi per dedicare più tempo a quello che fa veramente valore in un'azienda che è l'analisi delle performance".  

"Negli ultimi anni -ha proseguito Tocchini- il ruolo del Cfo si è evoluto diventando una specie di partner del business. Questo significa che esso ora fa parte decisamente del processo strategico aziendale e deve in qualche maniera trovare quelle relazioni fra le performance di tipo operativo, legate al prodotto e al mercato, e quelle che sono le performance finanziarie. Per far questo deve collezionare informazioni che vengono dagli aspetti operativi aziendali. Andare a collezionare questo tipo di informazioni significa ricevere una massa di dati enormemente superiore a quella a cui si era abituati per mere ragioni di bilancio". "Ed è per questo che si stanno affermando tecnologicamente delle tecniche e dei settori tecnologici che per ora non erano usati nell’office of finance. Ad esempio la artificial intelligence e in particolare tutte le tecniche di machine learning che partendo da serie storiche di dati permettono di fare una proiezione automatica di quello che sarà molto probabilmente il business futuro aziendale" ha aggiunto ancora il manager.  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.