Diana Bracco: "Mio padre mi ha insegnato tanto, Istria e Dalmazia terre incredibili"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
01
Ven, Lug

Diana Bracco: "Mio padre mi ha insegnato tanto, Istria e Dalmazia terre incredibili"

Economia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - “Mio padre quando si è trasferito a Milano si è innamorato di questa città e ha avuto sempre in mente di restituire tutto quello che aveva ricevuto da un territorio molto aperto e disponibile”.

alternate text

 

Così Diana Bracco, figlia di Fulvio e Ceo del gruppo di famiglia, ha voluto ricordare l’operato del padre a margine dell’evento “Da Neresine a Milano, l’impresa di Fulvio Bracco”, organizzato in collaborazione con l’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia (Anvgd), il 21 giugno a Milano, al Teatrino di Fondazione Bracco. 

“Fulvio Bracco era una persona positiva e mi ha insegnato tanto – ha raccontato Diana Bracco - “A partire dalla passione per il mare e le sue terre, come l’Istria e la Dalmazia, posti davvero incredibili”. La figlia di Fulvio Bracco ha poi aggiunto: “Sono orgogliosa dell’impresa, ma anche della tematica degli esuli giuliano dalmati che è venuta avanti ricordando che sono tutti italiani e sono di prima categoria, devo dire” 

Infine, la Presidente e Ceo del Gruppo di famiglia ha voluto mandare un messaggio di fiducia alle imprese che hanno dovuto affrontare le difficoltà economiche generate dalla pandemia e dal conflitto russo-ucraino ancora in atto: “Bisognerebbe lasciare da parte i personalismi anche, purtroppo, in un discorso di guerra che non ha senso”. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.