Russia, Casa Bianca: "Inaccettabile che Mosca prenda di mira cittadini Usa"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Dom, Apr

Russia, Casa Bianca: "Inaccettabile che Mosca prenda di mira cittadini Usa"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - "E' inaccettabile che il governo russo prenda di mira cittadini americani, condanniamo la detenzione di Mr Gershkovich nei termini più forti". E' quanto dichiara la portavoce della Casa Bianca, Karine Jean-Pierre, esprimendo la "profonda preoccupazione per le inquietanti notizie riguardo all'arresto in Russia di Evan

Gershkovich, un cittadino americano".  

"Condanniamo inoltre i continui attacchi e la repressione dal parte del governo russo dei giornalisti e della libertà di stampa", aggiunge la portavoce nella dichiarazione sull'arresto del corrispondente dalla Russia del Wall Street Journal.  

"La notte scorsa la Casa Bianca e il dipartimento di Stato ha parlato con la testata di Gershkovich, il Wall Street Journal - continua la portavoce - l'amministrazione è anche in contatto con la sua famiglia". Inoltre, afferma ancora Jean-Pierre "il dipartimento di Stato è in diretto contatto con il governo russo sulla questione, anche lavorando attivamente per ottenere accesso consolare a Gershkovich".  

"Voglio con forza reiterare che gli americani dovrebbero attenersi all'avviso del governo americano a non recarsi in Russia - conclude - i cittadini che vi risiedono o vi si trovano in viaggio dovrebbero partire immediatamente, come il dipartimento di Stato continua a ripetere". 

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.