Nordcorea, Kim Jong Un: "Con Russia compagni d'armi invincibili"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Gio, Lug

Nordcorea, Kim Jong Un: "Con Russia compagni d'armi invincibili"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Russia e Corea del Nord hanno sviluppato una "indistruttibile relazione da compagni d'armi ", ha scritto il leader nordcoreano, Kim Jong Un, in vista della missione di Vladimir Putin a Pyongyang, "forse già la prossima

settimana", come ha precisato l'agenzia sudcoreana Yonhap.  

Kim, che fornisce a Mosca armi usate nella guerra contro l'Ucraina, forse anche missili balistici, è stato in Russia, nell'Estremo oriente del Paese, lo scorso anno, per incontrare il Presidente russo. Le relazioni bilaterali sono "significative e si consolideranno in eterno", ha aggiunto Kim nel suo messaggio a Putin. Pyongyang si sta preparando alla visita, con una "larga struttura" in fase di costruzione nella Piazza Kim Il Sung, ha scritto Yonhap.  

Intanto cresce ancora la tensione fra le due Coree. Domenica scorsa una ventina di soldati nordcoreani hanno attraversato brevemente il confine terrestre con la Corea del Sud e sono poi rientrati in Corea del Nord dopo che l'esercito di Seul ha sparato colpi di avvertimento. Lo hanno reso noto i capi di Stato Maggiore congiunti di Seul. Come riporta l'agenzia di stampa Yonhap, la linea di demarcazione militare all'interno della zona demilitarizzata che separa le due Coree è stata attraversata dai soldati nordcoreani verso le 12.30. Dopo gli spari di avvertimento non si sono registrate attività insolite, hanno aggiunto i militari sudcoreani. 

Il portavoce dei capi di Stato Maggiore congiunti di Seul, il colonnello Lee Sung-jun, ha detto di ritenere che i soldati nordcoreani non abbiamo attraversato il confine in modo intenzionale. "Si tratta di una semplice violazione, mentre si stavano spostando per svolgere un compito", ha aggiunto spiegando che alcuni soldati erano armati, mentre molti di loro no. 

La sorella del leader nordcoreano, Kim Yo-jong, ha intanto lanciato un nuovo avvertimento al Sudcorea. La Corea del Sud si aspetti ''una nuova risposta'' da parte della Corea del Nord dopo la decisione di riprendere le trasmissioni con gli altoparlanti vicino al confine e lanciare volantini di propaganda contro Pyongyang, ha spiegato, parlando di una "situazione molto pericolosa". Lo ha riferito l'agenzia di stampa Yonhap. La Corea del Sud ha ripreso, dopo sei anni, le trasmissioni di propaganda attraverso gli altoparlanti verso la Corea del Nord come rappresaglia contro i ripetuti invii di palloncini che trasportavano la spazzatura da parte di Pyongyang. 

"Se la Corea del Sud lancia simultaneamente volantini e trasmette attraverso gli altoparlanti in modo provocatorio oltre il confine, sarà senza dubbio testimone di una nuova reazione della Corea del Nord", ha detto Kim. La Corea del Nord, ha aggiunto, ha inviato circa 7,5 tonnellate di "carta straccia" in 1.400 palloncini attraverso il confine durante il fine settimana, sostenendo che si trattava solo di spazzatura che non conteneva nulla correlato alla propaganda politica, a differenza dei volantini anti-Pyongyang inviati dai disertori nordcoreani in Corea del Sud. 

''E' molto diverso dalla provocatoria agitazione politica spazzatura sparsa dalla feccia della Corea del Nord contro la Corea del Sud", ha detto Kim affermando che il Nord aveva pianificato di interrompere l'invio di palloncini, ma "la situazione è cambiata" poiché il Sud ha ripreso a trasmettere attraverso gli altoparlanti attraverso il confine. "Avverto severamente Seul di fermare immediatamente l'atto pericoloso di provocare un'ulteriore crisi di confronto e di disciplinarsi", ha detto. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.