G7, presidente Kenya incontra Kamel Ghribi
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
18
Gio, Lug

G7, presidente Kenya incontra Kamel Ghribi

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - Ha avuto ampia eco sui media kenioti l'incontro bilaterale tra il presidente del Kenya William Ruto e Kamel Ghribi, presidente di Ecam Council (no profit European Corporate Council on African and the Middle East), che si è

tenuto a margine del G7, in corso in Puglia. La foto del presidente Ruto, uno dei 5 leader africani invitati al summit, e di Ghribi che si stringono la mano è in prima pagina sul quotidiano keniota 'The Star'.  

Ecam Council, piattaforma che promuove il confronto e il dialogo, favorendo gli investimenti in ottica triangolare tra Europa, Africa e Medio Oriente, supportata da Gksd Investment Holding e Gruppo San Donato, nasce da un'idea di Ghribi, presidente di Gksd Investment Holding, e di Paolo Rotelli, vice presidente del Gruppo San Donato. 

Appena un mese fa, a maggio, Ghribi con il team di Gksd era stato in Kenya per una serie di incontri istituzionali con figure chiave del governo e dell’economia del Paese africano. E aveva incontrato anche il presidente Ruto. "Il Kenya ha assunto un ruolo guida nel cambiare il modo di fare business in Africa ed è un Paese in cui è possibile realizzare investimenti in ambiti quali la sanità, l’energia verde, l’ingegneria sostenibile, la progettazione e l’edilizia che vanno a beneficio sia dei governi che delle imprese - scriveva Ghribi su Instagram, raccontando la visita ufficiale - Senza considerare le prospettive di sviluppo dell’agricoltura sostenibile e di un’industria del pellame che ha grandi margini di crescita anche grazie a numerosi free trade agreements con gli Stati Uniti e con paesi dell’Unione Europea. La mancanza di una cooperazione globale di alto livello impedisce il progresso degli investimenti sostenibili e duraturi in Africa. Per questo da sempre sostengo attivamente progetti di transizione energetica, sviluppo delle infrastrutture, assistenza sanitaria a prezzi accessibili e partenariati inclusivi ed equi non solo con l’Africa ma anche con la regione Mena. E anche da qui, dal Kenya, siamo pronti a servire l’Africa attraverso partnership giuste ed eque". Una partnership che si rafforza anche in questi giorni al G7.  

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.