Ucraina, Zelensky a Nato: "Putin aspetta elezioni Usa, dobbiamo vincere ora"
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
25
Gio, Lug

Ucraina, Zelensky a Nato: "Putin aspetta elezioni Usa, dobbiamo vincere ora"

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

(Adnkronos) - "Vladimir Putin aspetta novembre", con le elezioni Usa tra Joe Biden e Donald Trump per arrivare magari a una svolta nella guerra, "ecco perché l'Ucraina deve vincere ora". Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, a

Washington per il vertice della Nato, ha ringraziato per la "decisione eccezionale degli Stati Uniti e degli alleati di fornire all'Ucraina cinque ulteriori sistemi di difesa aerea Patriot e decine di altri sistemi". "Gli ucraini ve ne sono grati, grazie molte", dice in un intervento alla Ronald Reagan Presidential Foundation. Zelensky ringrazia gli Stati Uniti per la "loro ferma posizione nella difesa della libertà e nel sostegno all'Ucraina", sottolineando- come sia "fondamentale vincere adesso, prevalere sulla guerra e sul terrore russo". 

"Adesso tutti aspettano novembre - dice nel discorso con un riferimento alle prossime elezioni presidenziali americane - Gli americani aspettano novembre. E così Europa, Medio Oriente, Indo-Pacifico. Il mondo intero guarda a novembre. E a dire il vero anche Putin attende l'arrivo di novembre, ma uccide e distrugge per prepararsi, per esser pronto a tutto ciò che novembre potrebbe portare". Secondo Zelensky, "è tempo" di "prendere decisioni forti, di agire e non bisogna aspettare novembre né nessun altro mese". 

Zelensky ringrazia i partner, "Stati Uniti, Germania, Paesi Bassi, Italia e Romania", per "aver adottato una dichiarazione forte a sostegno del sistema di difesa dell'Ucraina per proteggere la sua popolazione, le città, le infrastrutture critiche". "Ulteriori Patriot, Samp/T e Iris-T Slm, così come altri sistemi di difesa aerea tattici ci aiuteranno a distruggere droni e missili russi e a proteggere meglio gli ucraini dal terrorismo aereo russo".  

Kiev aspetta di avere a disposizione gli F-16 per contrastare la Russia anche nei cieli ucraini. "Il problema con l'F-16 è il numero e le date. Russia usa 300 aerei contro l'Ucraina ogni giorno. Anche se ci fossero 50 F-16, non è niente. Loro ne hanno 300. Ci stiamo difendendo, quindi abbiamo bisogno di 128 aerei dai nostri alleati", dice. 

Zelensky ha poi promesso il ripristino dell'Okhmatdyt, l'ospedale pediatrico di Kiev gravemente danneggiato da un attacco missilistico russo. Il presidente ucraino ha annunciato di aver deciso lo stanziamento di 100 milioni (l'equivalente di 2,45 milioni di dollari) a sostegno dell'ospedale "e seguiranno ulteriori 300 milioni", ha affermato in un messaggio video.  

Il bilancio degli attacchi russi di lunedì in Ucraina, ha confermato via X Zelensky che è a Washington per il vertice della Nato, è intanto salito a 43 morti e quasi 200 feriti. 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Red AdnkronosWebsite: http://ilcentrotirreno.it/Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.