Covid, allarme Europol su falsi certificati di negatività - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
13
Dom, Giu

Covid, allarme Europol su falsi certificati di negatività

Covid, allarme Europol su falsi certificati di negatività

Esteri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Falsi certificati di negatività al coronavirus venduti negli aeroporti, nelle stazioni e online. Europol lancia l'allarme, su quella che viene considerata l'ultima frontiera delle truffe, nell'era del coronavirus.

Covid, allarme Europol su falsi certificati di negatività
Covid, allarme Europol su falsi certificati di negatività

 

"Fino a quando rimarranno in vigore le restrizioni ai viaggi a causa della situazione del Covid-19 è molto probabile che prolifererà la produzione e la vendita di falsi certificati dei test", è il monito lanciato oggi dall'agenzia europea di cooperazione e coordinamento delle forze di polizia.  

“Vista la diffusione di mezzi tecnologici, sotto forma di stampanti di alta qualità e di vari software, i truffatori sono in grado di produrre documenti falsi o contraffatti di alta qualità", afferma Europol, invitando gli stati membri della Ue ad essere "vigili".  

Anche il partner globale di Europol, l'Interpol, ha lanciato un'allarme contro le organizzazioni internazionali che vendono falsi certificati di negatività al coronavirus, o si impossessano di certificati autentici, per poi rivenderli. Così come ci sono organizzazioni internazionali che inondano i mercati di mascherine, disinfettanti per le mani e altri dispositivi medici contraffatti. 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002